Prestiti

Il Prestito con Delega

Delegazione di pagamento – prestito con delega come funziona?

Il prestito con delega и un prestito personale.Come и scritto nel regolamentato dalla legge 180/1950, il prestito con delega viene anche chiamato “prestito con delega di pagamento” o “cessione del doppio quinto”.

Quest’ultima definizione si deve al fatto che il prestito con delega, la maggior parte delle volte, si va ad affiancare alla cessione del quinto del proprio stipendio. Rispetto a quest’ultima forma di finanziamento, il prestito con delega permette di versare, ogni mese, una rata pari, al massimo, ai due quinti del proprio stipendio (ossia al 40% di esso). L’importo della rata viene trattenuto dal proprio datore di lavoro, il quale si impegna a fare da tramite con l’ente erogante. Il prestito con delega viene incontro anche alle esigenze di dipendenti pubblici che, non avendo maturato l’anzianitа minima necessaria, non possono fruire della semplice cessione del quinto. Anche chi avesse giа attivato altri prestiti sulla propria busta paga con residuo di debito molto alto, o abbia bisogno di somme aggiuntive, puт avvalersi del prestito con delega, con l’intermediazione di Casaesoldi S.a.s. di De Vita Marco &

Prestito con Delega: requisiti e normativa

C. societа competente e certificata, presente sul mercato italiano dalla metа degli anni Novanta. Il prestito con delega presenta garanzie a tutela di chi lo richiede:

  • Il contratto non puт dirsi concluso se prima non sia stato dato il consenso all’operazione da parte dell’impresa per la quale si lavora;
  • Il prestito и garantito sia dal trattamento di fine rapporto del lavoratore sia da due assicurazioni, una sull’impiego ed un’ altra sulla vita;

Scegliendo d’ avvalersi di un prestito con delega, si puт usufruire di una serie di vantaggi, analoghi a quelli ottenibili con la cessione del quinto:

  • Per accedere al prestito con delega, viene chiesto di presentare la busta paga;
  • Non viene eseguito un accertamento sulla condizione finanziaria del lavoratore, ni viene controllata la sua eventuale iscrizione nei registri dei cattivi pagatori;
  • Viene chiesta solamente la firma del richiedente;
  • In un solo giorno, si puт disporre di un adatto anticipo sull’erogazione totale;
  • Non bisogna dare una motivazione alla richiesta di prestito con delega;
  • Viene concesso anche ai protestati;Il tasso di interesse non puт subire variazioni;

I tempi di rimborso sono stabiliti sulla base delle possibilitа del richiedente;La restituzione deve essere conclusa massimo in dieci anni;Le rate sono comode, specialmente se si puт scegliere per dilazioni a lungo termine;In qualunque momento, si puт procedere a terminare il prestito con delega.Casaesoldi S.a.s. di De Vita Marco & C. sarа lieta di rispondere a qualsiasi domanda utile a rendere piщ chiaro e trasparente

Finanziamenti regionali: Torino, Rome, Napoli, Bergamo, Catania, Palermo, Bologna

Prestito con delega di pagamento cos’è?

Cos’è il prestito con delega, chi può richiederlo e a quali condizioni

Il prestito con delega è una tipologia di finanziamento caratterizzato da un tasso fisso e il pagamento di rate mensili il cui importo è preso da il i datori di lavoro per gli stipendi e depositare in banca a rimborsare il prestito. Non ci sono particolari restrizioni per quanto riguarda gli obiettivi della richiesta; il denaro può essere utilizzato per la riparazione, per l’acquisto di auto, ma anche per il consolidamento del debito e per far fronte alle spese per l’organizzazione delle cerimonie, per il trattamento e per i viaggi.

Il prestito delega si caratterizza per il capitale lordo mutuato che deve essere restituito sommando il capitale ricevuto, interessi e spese varie. Per quanto riguarda la rata, invece possono avere un importo massimo pari al 40% dello stipendio del richiedente (due volte di più della somma prevista in cessione del quinto). Il piano di ammortamento di durata tra 24 e 120 mesi con rate di importo fisso.

garanzia del prestito con delega fornita dagli importi di TFR che il lavoratore può chiedere in anticipo dal datore di lavoro, ma solo per la parte che supera il limite.

l’assicurazione in prestito delega

Molto spesso i contratti di finanziamento accompagnati da polizze assicurative in grado di”coprire” il mutuatario in caso di impossibilità di pagare le rate mensili. Ma se nella maggior parte dei contratti di finanziamento sottoscrizione di una polizza di assicurazione è un’opzione che il cliente può scegliere a piacimento, in prestito con delega è un elemento irrinunciabile.

due polizze assicurative che devono essere firmati: rischio di credito e rischio di vita. Entrambi i costi dell’assicurazione rientrano nell’ammontare della rata.

l’assicurazione del rischio di credito in caso di perdita del lavoro è la copertura che si attiva nel caso in cui il lavoratore non riesca a corrispondere la rata mensile per la perdita di posti di lavoro, ma solo a determinate condizioni. Deve essere il datore di lavoro di licenziare un dipendente; in caso contrario, cioè la perdita del lavoro per motivi non legati alla volontà del lavoratore stesso, la compagnia di assicurazione non estingue il debito.

-assicurazione”rischio di vita”, invece, di rimborsare il debito residuo del prestito in caso di morte del lavoratore fornendo gli eredi.

Chi può emettere un prestito con delega?

si tratta di una formula solo per i dipendenti con contratto a tempo indeterminato ed è la soluzione ideale per chi non ha la possibilità di rinnovare la cessione del quinto. Anche per coloro che necessitano di una grande quantità 20% dell’importo mensile dello stipendio previsto, invece, per la cessione del quinto, luogo, può valutare la decisione prestito con delega. Con questa formula, infatti, è possibile ottenere un importo fino al 40% dello stipendio netto al mese.

Anche i pensionati possono accedere a questo tipo di prestito: la delega di pagamento è riservata, infatti, solo per i dipendenti. Possono richiedere il prestito, e se protesto che i cattivi pagatori per ulteriori garanzie derivanti dalle detrazioni automatiche dello stipendio.

ricordate, però, che a differenza dalla vendita di quinto, prestito con delega, il datore di lavoro può anche non accettare la richiesta. Per i dipendenti statali per un prestito con delega è oggetto di una speciale convenzione stipulata tra le varie amministrazioni e la banca che offre il finanziamento.

Anche subito dopo la conclusione del contratto, il cliente può richiedere il contratto entro quindici giorni. Basta comunicare alla banca è il senno di poi e restituire l’importo, comprensivo di interessi, entro il termine di trenta giorni, nel caso in cui il finanziamento è già stato attivato. Il cliente, inoltre, è obbligato a rimborsare all’istituto di credito l’imposta sostitutiva (leggi cosa che nella guida).